Home NOTIZIE Indicazioni pastorali per il tempo di prevenzione dalla epidemia

in vigore fino al 3 aprile 2020

 

1. Le celebrazioni della Santa Messa e dei sacramenti con partecipazione di fedeli sono sospese, tranne quelle della Penitenza e dell’Unzione dei malati, da compiere assicurando l’osservanza delle misure di prevenzione sanitaria previste.

2. I presbiteri sono invitati a celebrare quotidianamente la Santa Messa senza popolo. I fedeli tutti sono dispensati dall’obbligo di assolvere al precetto festivo.

3. La celebrazione della Penitenza si svolga preferibilmente fuori dal confessionale e a una distanza di sicurezza.

4. La celebrazione dell’Unzione dei malati sia compiuta in presenza di una sola terza persona.

5. Alle stesse condizioni può essere portata la Comunione ai malati, su richiesta delle persone interessate e alla presenza di una sola terza persona.

6. Le chiese possono rimanere aperte durante il giorno e accogliere singoli fedeli per la preghiera personale. Non è consentito compiere momenti comunitari di preghiera in chiesa.

7. Sono sospese tutte le riunioni ordinarie e straordinarie nelle parrocchie e nei locali parrocchiali; ugualmente tutte le attività oratoriali.

8. In occasione della morte di un fedele, il parroco o un sacerdote può recarsi a dare la benedizione della salma in casa o nella camera mortuaria, alla presenza di una sola terza persona.

9. I parroci comunichino alle famiglie interessate che al momento non è possibile confermare le date eventualmente già fissate per la celebrazione delle Prime Comunioni e delle Cresime.

 

Latina, 9 marzo 2020

 

Mariano Crociata

Vescovo di Latina-Terracina-Sezze-Priverno

 

 

Nota

La curia vescovile ricorda che non potranno essere celebrati neanche i matrimoni ed i battesimi, anche quelli già prenotati